SEGRETERIA: 011 4701797

competizioni, gare, agonismo associazione uisp river borgaro

Stagione agonistica 2017-2018

La pallanuoto femminile in Piemonte tra entusiasmo e voglia di crescere

In Piemonte la pallanuoto maschile può vantare una squadra in A1, una in serie B e altre quattro tra i campionati di serie C e Promozione, oltre a numerose formazioni giovanili impegnate nei campionati regionali. E la pallanuoto femminile?

C’è eccome e si potrebbe definire un movimento giovane, pieno di entusiasmo e di spirito di collaborazione, edificato sull’attività di tre società: l’Aquatica Torino, la Polisportiva UISP River Borgaro e la Dynamic Sport di Biella. Più di 100 atlete complessivamente, militanti nei gironi lombardi dei campionati di serie B, under 19, under 17 e under 15.

Un po' di storia
L’Aquatica è nata nel 2004 e ha subito costruito una squadra femminile di pallanuoto, raccogliendo giocatrici provenienti da società (anche dal glorioso passato) scioltesi poco tempo prima e dando così continuità a un movimento che sembrava destinato a scomparire. Poche stagioni in serie B, poi la promozione in A2, quindi il ritorno in B. Dietro la prima squadra dell’Aquatica, che quattro anni fa ha vissuto una sorta di ricambio generazionale e che all’inizio della passata stagione ha visto l’ingresso in panchina di coach Ionut Cismaru, si è a poco a poco creato un bel vivaio di atlete, cresciuto con il passare del tempo e linfa delle attuali squadre senior e under 19.

Più giovane ma già affermata da qualche anno la realtà di pallanuoto femminile del River Borgaro, società che nel 2010 avviò una scuola di pallanuoto grazie a un’intuizione di Giuseppe De Venuto. Vi aderirono tante ragazze della scuola nuoto e al termine di un torneo Haba Waba – tradizionale manifestazione under 11 di propaganda – la dirigenza decise di iscrivere una formazione al campionato under 15 della stagione successiva, nonostante la giovanissima età delle atlete. Quel gruppo è cresciuto e ha acquisito nuovi elementi e oggi il Borgaro è presente nei campionati under 15 e under 17.

La più giovane realtà di pallanuoto femminile piemontese è quella della Dynamic Sport. Più giovane a livello di iscrizione al campionato – la Dynamic ha esordito quest’anno in under 17 – anche se in realtà a Biella un gruppo di ragazze si allena da almeno dieci anni. La prima giocatrice in assoluto fu Emily Scaramal, che per praticare la stessa attività sportiva dei suoi compagni di scuola (maschi) decise di intraprendere la pallanuoto. A ruota la seguì la cugina Luisa Simonetti, attuale allenatrice del gruppo ed ex portiere dell’Aquatica.

La collaborazione tra le società piemontesi
Luisa non è stata l’unica giocatrice “nata” alla Dynamic Sport a indossare la calottina dell’Aquatica, che tuttora ne schiera tre. Durante la settimana si allenano a Biella, ma venerdì e sabato si aggregano alle compagne torinesi per allenamenti ed eventuale partita, fermandosi a dormire da loro. Tutto questo contribuisce a “fare squadra” e a rendere più unito il movimento piemontese, così come le sedute di allenamento congiunto organizzate periodicamente tra i vivai delle tre società.

Vivai che in qualche occasione si uniscono per competizioni nazionali. La tappa torinese del Calcaterra Challenge – torneo under 13 ideato dai fratelli Roberto e Alessandro Calcaterra – ha visto in acqua una formazione interamente femminile (l’unica tra quelle in gara) composta da giovani atlete di Aquatica e River Borgaro, giunta sesta su 16 squadre.

Dal 2015 il Piemonte partecipa inoltre al Trofeo delle Regioni e nel week end di Pasqua ha chiuso all’ottavo posto l’edizione 2017, dedicata alle under 15 e giocata a Tolentino, nelle Marche. Si è trattato del miglior risultato di sempre per la squadra regionale guidata dai già citati Giuseppe De Venuto e Ionut Cismaru, a conferma della crescita globale del movimento. Rappresentative come quelle ligure e laziale sono al momento inavvicinabili, ma la strada intrapresa è quella giusta.

Nuovi traguardi e problematiche
Per crescere ancora si deve allargare la base di atlete e favorire la nascita di nuove società, per aumentare le possibilità di confronto ed eventualmente istituire un campionato regionale che non costringa le squadre piemontesi a lunghe trasferte. Non è ovviamente semplice; a livello pratico ci si scontra, per esempio, con una disponibilità ristretta di spazi acqua nei quali organizzare l’attività. Questo non significa che in Piemonte la situazione impiantistica non sia buona; ma deve fare i conti con un altissimo numero di persone che praticano discipline acquatiche. A livello “di principio”, inoltre, la pallanuoto viene vista da molte come uno sport duro, “da maschio”. In questo senso, però, gli ottimi risultati del Setterosa culminati con l’argento olimpico di Rio hanno incoraggiato parecchie ragazze a intraprendere questo sport.

Presente e futuro
Un passo alla volta, in ogni caso, le società piemontesi stanno crescendo e si stanno togliendo qualche soddisfazione. L’Aquatica è in lotta per il secondo posto nel proprio girone del campionato di serie B, piazzamento che le consentirebbe di accedere allo spareggio per i playoff promozione. Sarebbe un grande traguardo per un gruppo “costruito in casa”, che lavora insieme ormai da qualche stagione e che con pazienza, anche grazie all’attuale allenatore, ha trovato la giusta amalgama tra giocatrici più esperte e più giovani.

In lotta per il secondo posto è anche l’under 15 del River Borgaro, zoccolo duro della rappresentativa regionale nella cui rosa milita Giada Barucco, convocata a marzo per un raduno nazionale dedicato ad atlete delle classi 2000 e seguenti. In un futuro non lontano Borgaro potrebbe schierare una formazione in un campionato senior (serie B), mentre l’Aquatica sta lavorando per creare un’under 15 e un’under 17, in cui far competere le numerose ragazze del proprio vivaio.

A Biella invece il gruppo della Dynamic Sport sta vivendo la sua prima esperienza in campionato. è stato un bel "salto" per tutte le giocatrici, che pur senza conquistare punti non hanno perso la voglia di giocare. Spesso sono uscite dal campo ricevendo i complimenti delle avversarie e nella prossima stagione ripartiranno con lo stesso entusiasmo.

 

Tratto da
http://sportorino.com/news/2017/05/10/pallanuoto-femminile-piemonte/38807

 

Share it!

contatti

ASD POLISPORTIVA UISP RIVER BORGARO
via XX Settembre, 11 - 10071 Borgaro Torinese
Telefono:+39 011.4701797
Fax: 0114503477
E-mail: segreteriaborgaro@riverborgaro.it
P.IVA: 06506330015

newsletter

captcha
Ricarica
Inviando i tuoi dati accetti la i nostri privacy & terms.